Connect with us

Published

on


La US Division of Energy (DOE) ha lanciato una richiesta di informazioni (RFI) in cerca di partecipazione pubblica per un nuovissimo programma di sovvenzioni per la produzione e il riciclaggio di energia superiore da 750 milioni di dollari.

Finanziato dal presidente Joe Biden’s Legge sulle infrastrutture bipartisanquesto sistema aiuterà i piccoli e medi produttori a produrre o riciclare merci energetiche chiare o a distribuire dispositivi di sconto sulle emissioni di benzina a effetto serra nei servizi nelle comunità carbonifere.

Insieme a questi investimenti, questo sistema amplierà la chiara infrastruttura energetica della nazione, rafforzerà le catene di fornitura domestica e aiuterà gli obiettivi di Biden di decarbonizzare completamente il sistema finanziario americano.

“Rielaborare le attuali proprietà manifatturiere e industriali in impianti di riciclaggio e energia pulita è essenziale per creare i vantaggi delle rinnovabili – dalla diminuzione dei prezzi dell’energia alla creazione di posti di lavoro e aria più pulita – accessibili alle comunità che hanno alimentato l’America per molti anni”, afferma il Segretario all’Energia degli Stati Uniti Jennifer M. Granholm.

“Il regolamento bipartisan sulle infrastrutture sta rendendo potenziali applicazioni come questa alla tecnica aggiuntiva del DOE per rafforzare la chiara infrastruttura energetica della nostra nazione e prolungare il nostro aiuto ai piccoli e medi produttori e alle comunità carbonifere circostanti, che possono essere importanti per raggiungere il nostro futuro energetico chiaro. ”

Guidato dal nuovo DOE Ufficio della produzione e delle catene di approvvigionamento energetico, la RFI chiede al pubblico di entrare in contatto con il modo in cui il programma può rafforzare con successo catene di fornitura di energia chiara sicure e resilienti e aiutare la crescita del quartiere e la rivitalizzazione finanziaria nelle comunità che hanno miniere di carbone qualificate e chiusure di impianti di produzione di energia a carbone. Ciò contiene l’aiuto tecnico per i produttori per assistere la transizione dell’ex personale del carbone in posti di lavoro energetici chiari e spostare le infrastrutture energetiche in hub per futuri progressi finanziari. I produttori di piccole e medie dimensioni che utilizzano questo programma dovrebbero incassare meno di $ 100 milioni di vendite lorde all’anno, utilizzare meno di 500 dipendenti sul sito Web del proprio stabilimento e accumulare una fattura energetica annuale completa superiore a $ 100.000, tuttavia inferiore a $ 2,5 milioni.

Le attività possono essere classificate in base alle seguenti:

  • – Clear Energy Property Compiti per riequipaggiare o ampliare gli attuali servizi di produzione o riciclaggio, o creare nuovi servizi, per fornire o riciclare scienze o merci applicate all’energia pulita.
  • – Attività di sconto sulle emissioni di benzina a effetto serra per riequipaggiare gli attuali servizi industriali o manifatturieri con attrezzature progettate per ridurre considerevolmente le emissioni di benzina a effetto serra secondo le migliori pratiche attuali.

Risposte RFI devono essere acquisiti entro e non oltre le 17:00 EDT del 16 settembre.

Registrati per partecipare a un webinar pubblico per ricevere ulteriori informazioni su questa RFI il 16 agosto.

Collegamento sorgente



Source link

Continue Reading

Ultime notizie

Il CEO di Fluence Manuel Pérez Dubuc si dimette – L’ultima novità nel campo dell’energia solare | Energia pulita

Published

on

Fluence CEO Manuel Pérez Dubuc stepping down


La piccola città di Onslow, nell’Australia occidentale, è ora alimentata praticamente completamente da energia rinnovabile e l’utilità alla base di questa sfida deve implementare la tecnologia identica in tutto lo stato.

La società di servizi pubblici statale Horizon Energy ha dichiarato in questo momento che implementerà l’esperienza del sistema di amministrazione dell’energia distribuita (DERMS) che aiuta a coordinare l’utilizzo di risorse completamente diverse come il fotovoltaico {solare} sul tetto, l’accumulo di batterie e le auto elettriche (EV).

All’interno della sfida dimostrativa a Onslow, il l’intera città ha funzionato con energia rinnovabile e batterie per un periodo di circa un’ora e mezza ultimi 12 mesi, a causa di un sistema di microgrid che le ha permesso di funzionare come una rete di energia elettrica autonoma.

Mentre il significato di Onslow dipende comunque dai motori a combustibile puro e dai mulini diesel, tale dipendenza è enormemente diminuita e il ministro dell’energia per l’Australia occidentale, Invoice Johnson ha definito la dimostrazione un “passo fondamentale nella direzione della costruzione di un futuro energetico più pulito, più luminoso e rinnovabile per il nostro stato”.

La sfida ha confermato che le risorse energetiche distribuite (DER) potrebbero essere integrate in modo sicuro a livello di rete e Johnson, insieme a Horizon Energy e al programma software e ai fornitori di controllo PXiSE e SwitchDin, hanno parlato del potenziale per una replica estesa.

Horizon Energy ha affermato in questo momento che l’esperienza ha consentito di installare e integrare nella rete di Onslow, una città in cui oltre il 40% delle case ha il fotovoltaico, in 4 occasioni di un lotto {solare} sul tetto.

Il DERMS funziona utilizzando l’analisi predittiva per consentire la massima penetrazione dell’energia rinnovabile nella rete, prevedendo i modelli climatici, il comportamento degli acquirenti di energia elettrica e così via, garantendo allo stesso tempo stabilità e sicurezza dell’energia elettrica fornita a case e aziende.

Consente non semplicemente ai DER, ma anche ad asset centralizzati come il fotovoltaico {solare} su larga scala e le batterie, oltre alle stazioni di energia termica, di comportarsi collettivamente durante le esibizioni dal vivo per soddisfare i desideri energetici nativi.

Horizon introdurrà l’esperienza in elementi distanti e regionali dello stato. Il normale supervisore aziendale per le competenze e la trasformazione digitale ha affermato che circa il 60% delle tecniche energetiche di Horizon Energy sta già affrontando i limiti del {solare} sui tetti.

Il DERMS “migliorerà l’ingresso {solare} per i nostri potenziali clienti, ridurrà i loro pagamenti energetici e aiuterà a ridurre le emissioni”, ha affermato Ray Achemedei.

Il lancio inizia all’interno della località turistica costiera di Broome all’inizio dei successivi 12 mesi e l’utility distribuirà progressivamente la tecnologia in tutte le sue tecniche energetiche entro la metà del 2024.

“Questa è l’esperienza che può essere alla base della transizione verso città rinnovabili al 100%”, ha affermato Achemedei, osservando che il cambio di paradigma dall’era centralizzata della benzina fossile che invia energia in un unico percorso esclusivamente all’energia decentralizzata e decarbonizzata che è bidirezionale o multi- direzionale nel flusso attraverso la rete presenta sfide che Horizon Energy sta affrontando frontalmente.

Iniziative diverse dall’utilità incarnano a gara per microgrid distribuite per le aree rurali lanciato nell’ottobre 2021.

Poi, negli ultimi 12 mesi di novembre, Horizon ha avviato lo stoccaggio di energia nelle città regionali, un programma da 31 milioni di dollari australiani dotare nove remote città dell’Australia occidentale di accumulatori condivisi per la comunità.

Tale programma è finanziato dalle autorità statali e include circa 9 MWh di capacità del sistema di accumulo di energia della batteria (BESS) alle reti energetiche native. Il governo dell’Australia occidentale ha posto l’accumulo di batterie e il solare fotovoltaico al centro dei suoi piani di ripresa economica post-pandemiaintrodotto nel giugno 2021.



Source link

Continue Reading

Ultime notizie

La Commissione concede l’approvazione a Dominion Energy per il progetto eolico offshore della Virginia – L’ultimo nel settore dell’energia solare | Energia pulita

Published

on

Commission Grants Approval to Dominion Energy for Virginia Offshore Wind Project


Punteggio di credito: Presentate le prime sei zone eoliche offshore dell’Australia |

Il governo federale dichiara le prime zone di energia eolica offshore |

di Bec Symons |

ABC Gippsland |

www.abc.net.au
~~

Le autorità federali hanno dichiarato la prima zona eolica offshore dell’Australia, dando ai costruttori la possibilità di accelerare la pianificazione e la sessione per le attività dei parchi eolici.

Il ministro federale dell’energia Chris Bowen ha introdotto le acque al largo della costa del Gippsland, nel sud-est del Victoria, che potrebbero essere la principale zona eolica offshore.

Diverse aree osserveranno al largo della costa della Hunter Valley e di Illawarra nel Nuovo Galles del Sud, Portland nel Victoria, Tasmania settentrionale, Perth e Bunbury nell’Australia occidentale.

I costruttori l’ultima settimana hanno riferito che i compiti della ABC sono stati bloccati dalle autorità federali che hanno trascinato i piedi sull’imminente dichiarazione, che consente loro di chiedere consiglio e quindi richiedere i permessi.

Il signor Bowen ha menzionato che diverse nazioni hanno prodotto in modo efficiente energia dai parchi eolici all’interno dell’oceano per anni, ed era giunto il momento per l’Australia di recuperare il ritardo.

“Abbiamo uno dei più grandi asset eolici su questo pianeta”, ha detto il signor Bowen.

“Solo una rotazione di 1 turbina eolica offshore offre tanta energia quanta ne genera prima o poi un impianto {solare} sul tetto medio.”

L’analista locale del mercato dell’energia meteorologica Tim Buckley ha affermato che la dichiarazione è un passo avanti, tuttavia tutti i rami della presidenza vorrebbero lavorare collettivamente.

“Il ministro dell’Energia Chris Bowen ha ragione nell’aprire l’eolico offshore per una sessione pubblica”, ha affermato Buckley.

“La crescita dell’eolico offshore richiede un livello eccessivo di assistenza alla copertura e pianificazione anticipata a causa delle complicate catene di approvvigionamento che devono essere sviluppate in Australia e dei migliori prezzi di costruzione.

“Dobbiamo soppesare i prezzi extra associati alla costruzione di impianti eolici offshore e vedere dove ha sostanzialmente più senso finanziario.

“Dobbiamo valere la natura di bilanciamento o carico di base della tecnologia, per aiutare la natura generalmente intermittente dell’eolico onshore e del {solare}”.

Gippsland passa dal carbone all’eolico

Il signor Bowen ha detto che la proposta Star of the South al largo della costa vittoriana nello Stretto di Bass genererebbe energia elettrica sufficiente per soddisfare il 20% del fabbisogno energetico del Victoria.

Star of the South è di proprietà danese ed è stato il principale parco eolico offshore proposto, anticipato 4 anni fa.

La società prevede di costruire fino a 200 generatori eolici, con il più vicino situato a 7 chilometri dalla costa.

Erin Coldham, capo del governo della Star of the South, afferma che la società spera di avviare la tecnologia energetica prima della prevista chiusura della Yallourn Energy Station nel 2028.

“C’è un orgoglioso passato storico qui di tecnologia energetica per più di 100 anni, quindi c’è davvero un buon ingresso nella rete che fornisce al resto della costa orientale, le profondità oceaniche sono buone e ci sono alcune circostanze del vento davvero distintive”, la signora Coldham menzionato.

L’obiettivo aziendale di iniziare a costruire nel 2025 e afferma che la missione creerebbe 2.000 posti di lavoro nell’edilizia e 200 ruoli operativi in ​​corso.

La sessione inizia ora

L’annuncio del signor Bowen avverte dell’inizio di un intervallo di sessione di 60 giorni con le comunità ei clienti delle acque all’interno delle aree designate.

La Divisione federale per il cambiamento climatico locale, l’energia, l’atmosfera e l’acqua faciliterà il corso della sessione.

Le sollecitazioni di trasmissione, che dovrebbero essere sopra il pavimento, andranno dalla zona del vento alla rete energetica all’interno della Latrobe Valley, che al momento invia l’energia generata dalle stazioni energetiche di Yallourn e Loy Yang.

“È essenziale che i punti che circondano le sollecitazioni di trasmissione attraverso la proprietà personale per collegare attività rinnovabili su vasta scala alla rete nazionale siano trattati in modo sensibile e trasparente”, ha affermato il membro federale dei Nationals per Gippsland Darren Chester.



Source link

Continue Reading

Ultime notizie

La VIA segnala un aumento del 19 percento della produzione solare nel 2020 – L’ultima nel settore dell’energia solare | Energia pulita

Published

on

MGE, WEC Energy Purchase Additional Solar, Battery Storage in Wisconsin


Nel 2020, la produzione di energia in America è diminuita di quantità di file in contrasto con il 2019, principalmente a causa della diminuzione dell’esercizio finanziario durante la pandemia di COVID-19. Il Wyoming ha registrato il calo maggiore dell’intera produzione di energia tra i molti stati, con un calo di 1.264 trilioni di modelli termici britannici, principalmente a causa della diminuzione della produzione di carbone, in linea con Amministrazione dell’informazione energetica degli Stati Uniti (VIA). Sette stati hanno notato il loro più grande declino annuale della produzione di energia in non meno di 60 anni, come riportato nel sistema di conoscenza dell’energia statale dell’EIA.

Per calcolare l’intera produzione energetica degli Stati Uniti e per controllare i vari tipi di energia riportati in numerosi modelli corporei (paragonabili a barili, dita cubiche, tonnellate, kWh e così via), EIA converte le fonti di energia in modelli diffusi di calore, indicati come Modelli termici britannici (Btu). EIA utilizza un’equivalenza della benzina fossile per calcolare il consumo di energia elettrica di rinnovabili non combustibili per l’eolico, idroelettrico, {solare} e geotermico.

La produzione di energia rinnovabile negli Stati Uniti è aumentata di meno dell’1% nel 2020, mentre la produzione di energia solare è aumentata del 19% e quella eolica del 13%, tuttavia i biocarburanti sono diminuiti del 10% e l’energia idroelettrica del 2%. L’era dell’energia idroelettrica in California è diminuita del 45% nel 2020, il più grande declino di qualsiasi stato, principalmente a causa della siccità intensiva.

La produzione di carbone negli Stati Uniti è diminuita di un file 25% nel 2020 al livello più basso dal 1965. La produzione di carbone nel 2020 è diminuita del 37% in Indiana, del 33% in Kentucky e del 21% nel Wyoming, a causa della chiusura di numerose miniere di carbone. In parole povere, la produzione di carbone nel Wyoming, il più grande produttore di carbone della nazione, è diminuita di oltre 1.000 trilioni di Btu, probabilmente la maggior parte di qualsiasi stato. Nel 2020, la produzione di carbone in Arizona si è interrotta completamente con la chiusura della sua ultima miniera di carbone.

La produzione di petrolio greggio negli Stati Uniti è diminuita dell’8% nel 2020. La produzione è diminuita in 29 dei 32 stati che producono petrolio greggio, in parte a causa della diminuzione della domanda di carburanti per i trasporti durante la pandemia. Un’eccezione degna di nota è stata nel New Mexico, il luogo in cui la produzione di petrolio greggio è aumentata di 216 trilioni di Btu (un aumento dell’11% rispetto al 2019). Il New Mexico è cresciuto fino a diventare il secondo stato produttore di petrolio greggio della nazione nel 2021.

La produzione di carburante puro commercializzato negli Stati Uniti è diminuita di meno dell’1% nel 2020, poiché la domanda e i costi di carburante puro sono diminuiti durante un anno appena più caldo. La produzione di combustibili puri commercializzati in Oklahoma è diminuita di oltre 300 trilioni di Btu poiché la produzione di scisto all’interno dello stato è diminuita di quasi il 20%. In Ohio, a prescindere da un calo di 289 trilioni di Btu nel 2020, la produzione di carburante puro commercializzato all’interno dello stato è stata di 31 volte maggiore rispetto al 2010.

L’era nucleare annuale degli Stati Uniti è diminuita del 2% nel 2020, principalmente a causa della chiusura di impianti nucleari in Massachusetts (Pilgrim) e Iowa (Duane Arnold).

Immagine: Andreas Gücklhorn Su Spruzza



Source link

Continue Reading

Trending